Per avere il quadro completo dei tuoi progressi

Non importa a quale allenatore o esperto tu ti rivolga per capire come allenarti, la risposta è sempre la stessa: l'allenamento non sarà mai lineare. È un ciclo che fluttua e segue gli alti e i bassi di quando migliori con la preparazione o hai un calo se la vita e gli incidenti si mettono in mezzo. Durante questi picchi e queste brusche discese è veramente complicato fare un passo indietro e vedere il quadro completo. Delle volte ti impegni per mesi e così strenuamente che perdi il conto degli allenamenti. E nonostante lo sforzo non riesci comunque a capire bene se stai migliorando, né quanto.

La condizione fisica era un mistero, ora è un numero

La funzione Condizione fisica di Summit monitora i tuoi miglioramenti, un giorno dopo l'altro. Puoi vedere quali progressi hai fatto complessivamente e a che punto sei del ciclo di allenamenti, quando raggiungi il massimo, quando ti stai mantenendo costante o stai recuperando. Questa funzione assegna un punteggio alla tua condizione fisica attuale e lo confronta con quello relativo all'ultimo mese, agli ultimi tre o sei mesi, o agli ultimi due anni. In questo modo è facilissimo vedere quanto ti sei allenato.

Come funziona?

Accedendo a Summit da web hai una funzionalità che si chiama Fitness & Freshness in cui puoi individuare la linea tendenziale della Condizione fisica. Abbiamo trasferito questa parte relativa alla Condizione fisica sul cellulare in modo che tu possa controllarla quando e dove vuoi.

La funzione Condizione fisica utilizza i dati del cardiofrequenzimetro, del misuratore di potenza o del nostro nuovo strumento dello Sforzo percepito, che misura l'intensità dell'attività da te avvertita. La funzione considera poi anche la durata della sessione per assegnare all'attività il punteggio dello Sforzo relativo. I tracciati della Condizione fisica presentano questi dati nel corso del tempo per mostrare l'allenamento accumulato. In questo modo la Condizione fisica può indicare quando sei in forma nei momenti in cui vai alla grande, e quando la forma cala nei periodi di stacco.

Per migliorare il punteggio della condizione fisica non è necessario spingere continuamente

"Mi è già capitato di lavorare con atleti che si erano sottoposti a un allenamento eccessivo. È una cosa che succede sempre un po' alla volta e quando te ne rendi conto hai già superato il limite. Ma combinando Condizione fisica e Sforzo relativo gli atleti possono accorgersi prima se stanno esagerando", questa è la spiegazione data dalla Dr.ssa Megan Roche, studiosa, allenatrice e ultrarunner della squadra statunitense.

E ha ragione. Spesso gli alteti si allenano in modo troppo intenso senza rilevare i campanelli di allarme. È una condizione che si insinua fino a quando all'improvviso non ti senti completamente scoppiato, anche in quei giorni in cui la prendi con calma. Ma usare Sforzo relativo e Condizione fisica insieme ti può aiutare a capire se nelle ultime settimane hai ecceduto rispetto al solito carico di lavoro. Lo Sforzo relativo confronterà l'intensità delle specifiche sessioni di allenamento con il tuo range abituale. Poi con la Condizione fisica potrai determinare il cumulo degli allenamenti fatti in un certo numero di mesi. Se l'andamento tendenziale della tua preparazione schizza verso alto o verso destra e i dati dello Sforzo relativo sono costantemente più alti rispetto alle settimane precedenti, sarà bene che ti prenda un giorno di recupero.

Poiché non tutti abbiamo a portata di mano il numero di qualcuno come la Dr.ssa Roche, la combinazione di Sforzo relativo e Condizione fisica può essere utile per capire se è necessario rallentare per una settimana ed evitare di "entrare in riserva".

Ecco un possibile aspetto dei grafici dello Sforzo relativo e della Condizione fisica dopo una settimana impegnativa:

Se tutto questo compare più volte di seguito, è davvero il momento di trovare un po' di tempo per recuperare.

Per contro, se sei in un periodo di calo, vedrai più o meno questo:

Queste settimane sono il momento giusto per prendersi una pausa, ma, come appare nel grafico della Condizione fisica, un riposo che non è seguito da un lavoro tosto non ti aiuterà a migliorare la tua condizione.

Non hai i dati della frequenza cardiaca?

Non ti preoccupare, lo Sforzo percepito può sostituire il monitoraggio della frequenza cardiaca e darti la misura dell'intensità dello sforzo. In questo modo con la funzione della Condizione fisica puoi analizzare e tracciare un grafico dell'allenamento anche in quei giorni in cui non hai i dati sulla frequenza cardiaca. Lo Sforzo percepito, inoltre, valorizza ulteriormente il tuo allenamento rendendoti più consapevole del tuo corpo ed evitandoti di valutare come ti senti ricorrendo a dati esterni.

"Molti atleti hanno difficoltà a stabilire quanto è stato intenso un allenamento, per cui lo Sforzo percepito può aiutarli a capire se stanno migliorando e quali sensazioni suscita a livello del loro organismo", spiega la Dr.ssa Megan Roche.

Puoi aggiungere lo Sforzo percepito ai tuoi allenamenti quando modifichi o salvi un'attività, oppure puoi scegliere se usare questa funzione o i dati della frequenza cardiaca per potenziare Sforzo relativo e Condizione fisica. E se sei un ciclista puoi usare la Condizione fisica anche solo con l'input di un misuratore di potenza sulla ruota.

La triade Condizione fisica, Sforzo relativo e Sforzo percepito poggiano l'uno sull'altro per darti un quadro completo e ampio di come sta andando il tuo allenamento. Lo Sforzo percepito ti fornisce una misura dell'intensità delle sessioni per come è percepita da te senza usare cardiofrequenzimetro o misuratore di potenza. Puoi verificare se stai lavorando troppo o troppo poco facendo riferimento allo Sforzo relativo, e poi puoi zoommare per stabilire quanto hai lavorato tramite la Condizione fisica.

Queste funzioni lavorano insieme per indicarti esattamente dove stai andando, nel breve e nel lungo periodo. In questo modo puoi tenere sotto controllo i tuoi progressi, a prescidere dalla fase della preparazione-. Puoi iniziare immediatamente a monitorare i tuoi miglioramenti provando gratuitamente Summit per 30 giorni.

Iscriviti a Strava gratuitamente

By signing up for Strava, you agree to the Terms of Service. View our Privacy Policy.